Enzo Favata “Starship” – concerto in solo

Foto Gabriele Doppiu

Enzo Favata è uno dei gioielli della Sardegna, un musicista che della musica ispirata alla terra ne ha creato una inconfondibile cifra stilistica.

Sassofonista e compositore jazz molto apprezzato sulla scena internazionale, o legato alla sua isola la Sardegna (famoso è il suo disco Voyage en Sardaigne con 60.000 copie vendute ), dopo tre decenni di attività, passati ha comporre, realizzare produrre e suonare con decine di suoi progetti: dal trio all’orchestra sinfonica, in oltre duemila di concerti in tutto il mondo, nel marzo 2017 debutta in una fortunata tournée in Giappone, con un concerto in solo “Starship La Nave delle Stelle”, per la prima volta un viaggio solitario intimo attraverso i suoi strumenti acustici e le sue estensioni elettroniche.

STARSHIP (la nave delle stelle)

Un affresco inedito di un mondo sonoro al confine tra passato e futuro, dove il clarinetto basso, il sax soprano, le benas (strumenti a fiato della Sardegna), il duduk armeno, la concertina (bandoneon soprano) dialogano in tempo reale con l’elettronica dal vivo dei samplers, delay, harmonizers, loopers e sintetizztori, di cui Favata è grande esperto. Questa dimensione assume una forza e fascino mistico, Favata compone e suona insieme ai cloni di se stesso in tempo reale, realizzando una sofisticata interazione elettronica con ripetizioni che vengono registrate direttamente dal vivo, un brillante effetto che in certi momenti genera un ascolto di cinque sei strumenti in contemporanea. Nello spettacolo sono molteplici le citazioni degli stili che hanno saputo ispirare la creatività dell’artista sardo, il risultato è una cascata di sonorità che intriga l’ascoltatore, con riferimenti al jazz, musica elettronica, world music, musica classica, alla musica sacra ed suoni cosmici.
In Starship il musicista sardo rapisce l’ascolto ed ancora una volta è capace di generare emozioni uniche in un viaggio sonoro senza confini, una colonna sonora di un film senza immagini, nel quale prendono forma paesaggi arcaici, suoni dimenticati e melodie del futuro, nuova e preistorica sacralità , rivelando allo spettatore un’originale geografia sonora della Terra vista dal cosmo “dove tutto è più piccolo e più unito”, in viaggio a bordo della nave delle stelle.

Enzo Favata durante il concerto suona
Sax Soprano
Clarinetto Basso & Clarinetto in sib
Strumenti etnici a fiato della Sardegna e del Mediterraneo
Trunfa ( scacciapensieri della Sardegna )
Concertina ( bandoneon soprano )
Live electronics ( elettronica dal vivo con pedali elettronicie loops in tempo reale)
Voce


English

Enzo Favata has made a unique music is inspired by the heart.

Composer appreciated on the international scene, very attached to his island Sardinia, after three decades of musical activity, where he composed, produced, and performed dozens of his projects: from trio to symphony orchestra, in a few thousand concerts worldwide, for the first time he realizes this lonely journey, through his wind instruments and electronic tools extensions.

STARSHIP

An original soundscape, a world between past and future, where bass clarinet, soprano saxophone, benas (wind instruments of Sardinia), the Armenian duduk, interact in real time with samplers, delay, Harmonizers, loopers and synthesizers, assuming a big and surreal charm, crossing many styles that have been able to inspire the Sardinian artist’s creativity, a cascade of sounds that intrigues, with references to jazz, electronic music, world music, classical music, sounds. Enzo Favata once again is able to generate unique emotion in a sound journey without limits, which are shaped archaic landscapes, ancient forgotten sounds and future melodies, an original sound geography of the Earth from a cosmos view, traveling on a Starship full of world flavors, headed for deep space.

Enzo Favata plays

Soprano Sax
Bass Clarinet & in Bb Clarinet
Ethnic Instruments Wind (Sardinia and Armenia)
Trunfa (wind harp of Sardinia)
Concertina (small bandoneon)
Rhodes Electric Piano (Live electronics Loops and pedals Laptop)
Voice

Youtube: